Arera: prescrizione bollette acqua da cinque a due anni

Dopo il 1°gennaio 2020 vi è arrivata la bolletta dell’acqua che chiede pagamenti di arretrati? Il classico caso di “conguaglio” o “fattura di chiusura”…. Prima di correre a pagare, controllate il periodo a cui si riferisce il consumo. Da quest’anno i termini di prescrizione si riducono da cinque a due anni.

Come accadde per le bollette dei servizi di luce e gas

( https://consumatoriattivi.it/2018/02/fatture-dellenergia-elettrica-prescrizione-ridotta/ )

In parole povere dovete pagare solo i consumi effettuati nei due anni precedenti alla bolletta che ve li fattura. 

Quelli prima non sono più dovuti!

Quindi basta “sorprese” e basta bollette esorbitanti inattese che necessitano a volte di prestiti bancari per essere onorate.

Attenzione

La prescrizione biennale decorre dal termine entro il quale il gestore è obbligato a emettere il documento di fatturazione, cioè entro 45 giorni dall’ultimo giorno fatturato indicato in bolletta, non dalla data di emissione della fattura. Fortunatamente sono tutti dati bene evidenziati nella fattura.

In un’era di sistemi connessi, letture digitali, satellitari, automatizzate, in tempo reale, ci permettiamo di affermare che anche due anni sono troppi. Gli strumenti per individuare le anomalie ci sono da tempo. Spesso però si lascia al meccanismo della “lettura stimata” il calcolo del dovuto a chi ci fornisce il servizio idrico. Il personale per la verifica reale del contatore ha un costo, che ovviamente si riflette sulla cifra finale da saldare.

Per questo si consiglia sempre una verifica personale del contatore, una autolettura, cosi da poter fare autonomamente un confronto tra lo stimato ed il consumato.

In questo caso eventuali consumi anomali potrebbero essee scoperti prima che la situazione divenga troppo grave. Le cause possono essere le più varie tra cui una perdita sottotraccia o un guasto del dispositivo di lettura. Kilowattora, metricubi di gas, o acqua oggi costano.

Arera comunque vigila anche su segnalazione delle associazioni dei consumatori e degli utenti stessi. 

Nel caso noi siamo pronti ad darvi un aiuto. Ci trovate allo 0432 1721212, al cel. 3473092244 oppure alla e.mail info@consumatoriattivi.it.