Incubo cartelle di pagamento: come rateizzare

L’incubo di tutti gli italiani sono le notifiche delle cartelle di pagamento che prima venivano inviate da Equitalia e oggi dall’Agenzia delle Entrate – Riscossione. Ci troviamo alle volte ad aver dimenticato di pagare un tributo o una sanzione oppure ad aver trascurato certe scadenze per difficoltà economiche o per qualsiasi altro motivo. Ed ecco che nella nostra cassetta delle lettere troviamo un giorno la tanto agognata busta.
In caso di ricevimento da parte della Agenzia delle Entrate – Riscossione di una cartella di pagamento è bene verificare la fondatezza della pretesa e la sua legittimità. In particolare è bene capire se quanto richiesto non deve essere da noi pagato perchè è decorso il termine di decadenza o prescrizione o per altro motivo. Qualora, verificato ciò, la pretesa risulti fondata e quindi dobbiamo pagare, è bene ricordare che è possibile richiedere, qualora ci si trovi nell’impossibilità di poter estinguere il proprio debito in un’unica soluzione, una rateizzazione dello stesso.
In particolare per i debiti entro € 60.000,00, semplicemente auto dichiarando la propria situazione di temporanea e obiettiva difficoltà economica, è possibile ottenere una rateizzazione fino ad un massimo di 72 rate (6 anni), mentre invece per i debiti eccedenti questo importo è necessario allegare alla dichiarazione anche la certificazione relativa all’Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) del proprio nucleo familiare. Qualora la propria condizione economica sia tale per la quale nemmeno queste soluzioni risultino adeguate alle proprie esigenze e il valore della rata ecceda il 20% del reddito mensile del nucleo familiare, è possibile richiedere un piano di rateizzazione ulteriormente dilazionato fino ad un massimo di 120 rate mensili.
In ogni caso, è opportuno precisare che per ciascuna delle soluzioni sopra esposte, il mancato pagamento di cinque rate, anche non consecutive, comporta la decadenza del piano di rateizzazione applicato.

Per ogni ulteriore informazione o aiuto restiamo a disposizione al nostro sportello a Udine in viale Tricesimo n. 101/A dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.30 alle 18.30 previo appuntamento da fissarsi o telefonando al n. 3473092244 o scrivendo alla mail: info@consumatoriattivi.it

LEAVE REPLY

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *