Criptovalute: fonte di guadagno o di truffe?

Le criptovalute sono monete virtuali decentralizzate. Esse rappresentano l’asset finanziario più innovativo, interessante e controverso degli ultimi anni, il quale non è sottoposto ad alcun controllo da parte di istituti finanziari e/o governi. Oggigiorno esistono differenti tipologie di criptovalute, ciascuna con le proprie caratteristiche. Quelle che garantiscono una capitolazione di mercato significativa sono le seguenti: bitcoin, bitcoin cash, ether, litecoin, ripple e dash. Il fatto che non esista un’autorità deputata al controllo degli investimenti di coloro che utilizzano tale moneta virtuale, ha fatto sì che il terreno dove gli operatori del settore si muovono sia disseminato di frequenti e ben congeniate truffe. Infatti, le criptovalute sono divenute uno dei capitoli più dolorosi per moltissimi ingenui investitori, i quali, sognando di diventare ricchi grazie ad operazioni opache che avvengono per lo più in contanti e dunque senza alcuna tracciabilità finanziaria, hanno perso, in verità, tutto ciò di cui disponevano.

Ma perchè attraggono un pubblico sempre più nutrito di investitori? La risposta è semplice: il valore delle criptovalute non dipende dalle politiche governative, ed inoltre non sono soggette né all’inflazione, né alla deflazione. Da ciò ne consegue che, anche se dovesse esserci una crisi monetaria internazionale, il loro valore non verrebbe intaccato. Un investimento in questo settore, effettuato nel momento più opportuno, potrebbe comportare guadagni significativi, a patto che la vendita della valuta si verifichi quando essa raggiunga un valore tale da fornire il giusto profitto all’acquirente. Chiaramente più persone acquistano criptovalute, più alto sarà il loro valore e quindi il prezzo. Viceversa, nel caso di minore domanda, il valore diminuirà.

Come si diceva, con l’aumento degli investimenti, gli hacker hanno sviluppato truffe e malware creati appositamente al fine di conseguire guadagni illeciti.

Uno dei modelli economici di vendita più truffaldino, ma, al contempo, semplice e banale, e il c.d. schema Ponzi o sistema di vendita piramidale. Quest’ultimo si sviluppa tramite la vendita di prodotti o servizi operati da una società che si presenta come gestore centralizzato degli stessi. Nel concreto si è in presenza di un sistema utilizzato per la vendita di alcune criptovalute che si sviluppa come una catena di Sant’Antonio, ciò significa che a chiunque porti un nuovo cliente che investe nel sistema vengono promesse stratosferiche percentuali di guadagno sulle vendite effettuate da quella determinata persona. Purtroppo dopo mesi di investimenti nessuno riceverà le rendite promesse poiché dietro l’azienda che ci ha agganciato non esiste nessuna moneta virtuale.

Altra tipologia di truffa si inserisce nell’ambito degli scambi di moneta virtuale online, vale a dire l’acquisto di criptovaluta che viene pagata in euro oppure con altre tipologie di criptovalute. Sfortunatamente molti programmi o siti che offrono questa prestazione pongono in essere, in verità, operazioni fraudolente, le quali generano un’ingente perdita di denaro per tutti coloro che decidano di affidarsi a questi sevizi. Pertanto è assolutamente necessario verificare previamente l’attendibilità di tali servizi.

Da ultimo, ulteriore tipologia di raggiro che possiamo prendere in considerazione riguarda una pura e semplice vendita fraudolenta, la quale non si avvale della tecnologia o della crittografia per essere messa in atto. Sostanzialmente al momento della vendita il prezzo di una criptovaluta viene scorrettamente aumentato, per poi perdere tutto il suo valore una volta che la moneta viene acquistata. Il truffatore si giustificherà affermando che il valore di mercato è improvvisamente crollato, ma, in verità, tale moneta mai presentava quel prezzo che ingiustamente l’imbroglione asseriva. Quest’ultima situazione descritta riguarda monete virtuali appena create e semi-sconosciute, per questo motivo conviene sempre acquistare delle monete virtuali affidabili e già conosciute.

I consigli per non cadere nei tranelli sovraesposti sono l’informazione, ma soprattutto disporre di un briciolo di un buonsenso non credendo a promesse di facili arricchimenti, specchietti per le allodole congeniati per far leva sia sulla incompetenza, ma anche sulle speranze di molti investitori.

Per ogni necessità restiamo a disposizione. Chiamateci al tel. 04321721212 oppure al cel. 3473092244 oppure scriveteci una e-mail a info@consumatoriattivi.it.

Dr. Mattia Zuccolo

LEAVE REPLY

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *