Fondo Indennizzo Risparmiatori: si fa!

All’incontro di ieri a Palazzo Chigi con il Premier Giuseppe Conte, il Ministro Tria, il Ministro Fraccaro e i due sottosegretari Alessio Villarosa e Massimo Bitonci questi sono gli impegni assunti dal Governo e che, già entro la serata di oggi verranno in parte recepiti nel decreto legge che andrà a modificare la legge di bilancio da noi sin dall’inizio contestata. Il Decreto Ministeriale di attuazione a firma del Ministro Tria verrà adottato entro pochi giorni.

Ecco i contenuti:
1) Indennizzo automatico a chi ha un reddito riferito al 2018 inferiore a 35.000 € imponibili O un patrimonio mobiliare (depositi) inferiore a 100.000 € sempre nel 2018;
2) Indennizzo attraverso un collegio composto da soggetti terzi ed indipendenti per tutti gli altri risparmiatori traditi che non rientrano nel punto 1. Il DM definirà in maniera esemplificativa e non esaustiva i macrocasi di illeciti così da poter semplificare la procedura arbitrale e permettere a tutti coloro che hanno subito violazioni di ottenere l’indennizzo;
3) Indennizzo pari al 30% del prezzo di acquisto, entro il limite di 100.000 €. La misura dell’indennizzo potrà essere aumentata nel caso in cui ci saranno ulteriori risorse

Quindi…che si parta subito! Il Governo comunque ha manifestato la volontà di mantenere aperto il dialogo con noi per eventualmente, ce ne fosse la necessità anche in fase applicativa, modificare/implementare/migliorare la normativa sul Fondo.

LEAVE REPLY

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *