Amuchina e mascherine? Introvabili e a peso d’oro

La psicosi per la diffusione del coronavirus sta avendo i suoi effetti anche a livello commerciale, in primis sui prodotti indicati tra le misure di prevenzione: mascherine e gel disinfettanti per le mani. Si registra in questi giorni infatti un fenomeno speculativo perpetrato a danni dei consumatori caratterizzato dall’innaturale aumento dei prezzi dei prodotti igienico-sanitari.

Si tratta di una vera e propria psicosi che ha portato le persone a fare incetta di mascherine e gel disinfettanti nei supermercati, nelle farmacie ma anche oltre confine. Approfittando di questa situazione su internet e in alcuni negozi ove ci sono ancora alcune provviste qualcuno si è fatto prendere la mano gonfiando a dismisura i prezzi. Basti pensare che il classico gel igienizzate dell’Amuchina da 80 ml, che normalmente si trova in commercio a circa 2,50 euro, viene oggi venduto sul web anche a 25,00 euro la confezione, con un ricarico sul prezzo al pubblico anche del +1000%. Ancora peggio per le mascherine protettive da viso, che prima del coronavirus erano vendute a meno di 10 centesimi di euro l’una, e oggi arrivano a costare su internet 1,8 euro, con un incremento di prezzo del +1700%. Non solo, anche i costi delle mascherine speciali con valvole, pubblicizzate su Amazon come “ideali per coronavirus”, sono particolarmente lievitati raggiungendo il prezzo di 189 euro nella confezione da 5 pezzi.

A tal riguardo stanno fiocando un esposti alla Procura della Repubblica di Roma e alla Guardia di Finanza contro le speculazioni legate a questi prodotti, ormai particolarmente richiesti anche nel nostro Paese. Alla richiesta da parte di alcuni di oscurare le pagine di Amazon e di altri portali specializzati nelle vendite online nelle quali si pubblicizzano a prezzi abnormi prodotti legati al coronavirus così non rendendosi complici per concorso nella truffa agli utenti risponde Amazon.  “I partner di vendita stabiliscono i prezzi dei loro prodotti nel nostro store e abbiamo delle regole per aiutarli a definire tali prezzi in modo competitivo. Monitoriamo – prosegue nel comunicato il famoso portale – attivamente il nostro store e rimuoviamo le offerte che violano le nostre regole”. Dunque, non è chiaro, se al momento, questi prodotti verranno o meno ritirati.

C’è insomma chi approfitta della paura che si sta diffondendo per cercare di fare business con i dispositivi protettivi indicati per prevenire un possibile contagio da coronavirus.

Il consiglio è dunque quello di restare continuamente vigili evitando di abboccare a queste riprovevoli speculazioni e mantenendo un’adeguata consapevolezza del fenomeno coronavirus astenendosi da atteggiamenti di panico non giustificabili anche perchè, come spiegano gli esperti, le mascherine sono utili solo in determinati casi nei quali si sarebbe a contatto con un portatore del virus. Indispensabile invece è lavare accuratamente le mani, ma per questo non esistono solo i gel igenizzanti ma anche acqua e un buon detergente igenizzante vanno bene.

Vi chiediamo di segnalarci inspiegabili rincari dei prodotti sopramenzionati al fine di potervi tutelare. Per ogni necessità restiamo a disposizione: chiamateci al tel. 04321721212 oppure al cel. 3473092244 oppure scriveteci una e-mail a info@consumatoriattivi.it.