Saldi inverno 2019: le regole per acquisti in sicurezza di Consumatori Attivi

E’ al via la stagione dei saldi invernali 2019. In Friuli Venezia Giulia ed in Toscana prenderanno avvio dal 5 gennaio, così come in tutte le altre Regioni ad eslcusione della Valle d’Aosta dove inizieranno il 3 gennaio e della sicilia dove invece prenderanno avvio il 6 gennaio.
L’attesa è grande a causa anche di una stagione autunno inverno che non è stata delle migliori per l’abbigliamento anche a causa del freddo che ha tardato ad arrivare e ancora del perdurare della contrazione dei consumi.
Purtroppo però oltre ai tanti venditori responsabili ce ne sono altri (per fortuna una piccola parte) che se ne approfittano della corsa da parte del consumatore allo sconto essendo così dietro l’angolo la “bidonata”!
Consumatori Attivi raccomanda dunque di seguire alcune semplici regole per non incappare in brutte sorprese o essere attratti dagli specchietti per le allodole…
1. andate a vedere i prodotti che vi interessano prima dell’avvio dei saldi. Questo vi sarà utile sia per scegliere con più consapevolezza ciò che effettivamente volete e vi serve nonchè per vedere il prezzo originariamente applicato.
2. tutta la merce deve sempre veder indicato il prezzo, anche in vetrina. Diffidate dai negozi che non espongono i prezzi! Durante i saldi deve essere indicato su ciascun capo il prezzo pieno, la percentuale di sconto applicata ed il prezzo scontato;
3. Tutti i capi di abbigliamento devono presentare sia l’etichetta di composizione che quella di manutenzione nonchè quella di provenienza, altrimenti non acquistateli: è per la vostra sicurezza!
4. Provate i capi di abbigliamento che volete acquistare (il commerciante non può vietarvelo);
5. Il commerciante, in caso di ripensamento del cliente, non è tenuto a cambiare o ritirare la merce acquistata, a meno che non sia viziata, quindi chiedete al singolo esercente quale sia la politica sui “cambi” del negozio nel caso in cui la taglia o il colore non piaccia a chi volete regalare il capo.
6. Anche la merce in saldo ha una garanzia di due anni, quindi in caso di difetti esibendo lo scontrino si potrà ottenere senza costi la riparazione o la sostituzione e, nei casi più gravi, la riduzione del prezzo pagato o la restituzione dell’intero importo versato chiaramente rendendo la merce al venditore.
7. Ricordatevi di fotocopiare o fotografare gli scontrini però, perchè tanti di essi si scolorano col tempo e non risultano più leggibili!!!
8. Il venditore non può rifiutare il pagamento con carta di credito o bancomat e nemmeno può applicare sovrapprezzi;
9. La merce in saldo deve essere esposta in spazi separati rispatto alla merce non in saldo per evitare confusione;
10. I saldi devono riguardare la merce della stagione che sta per concludersi, quindi autunno inverno 2018-2019.
11. Diffidate dagli sconti che superano il 50%, potrebbero riguardare op merce difettata o merce di passate stagioni oppure campionario.

Le stesse regole dei saldi che valgono per la vendita fisica nei negozi riguarda anche le vendite on line!

Nel caso in cui si dovessero verificare violazioni di quanto sopra Consumatori Attivi resta al fianco dei cittadini assieme alle forze dell’ordine ed all’Antitrust che ha specifiche competenze in materia.

LEAVE REPLY

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *